Suor Pura

Un cuore grande

Suor Pura fu molto amata dalle persone che la conobbero proprio per la straordinaria gentilezza e bontà d’animo. Il suo desiderio più grande era quello di poter essere d’aiuto e consolazione per gli “ultimi” e per i sofferenti. Quando si accorse che molti la cercavano per poterle parlare, decise di dedicare all’ascolto e alla consolazione tutto il tempo che le restava dal suo impegno di educatrice.

Sabato e domenica, già dalle prime luci dell’alba, centinaia di persone attendevano pazienti di essere ricevute nella piccola stanza in fondo al corridoio della Scuola Materna, dove Suor Pura per tutti aveva una buona parola, per tutti pregava, per tutti si addolorava con “cuore di madre”.

Leggeva nei cuori, Suor Pura, e riusciva, anche quando doveva rimproverare qualcuno, a fare in modo che tutti uscissero dal colloquio col cuore leggero, con la Speranza nel Perdono del Signore, con nuova e rinvigorita Fede, con totale abbandono alla Carità Divina.

Suor Pura aveva molto a cuore le missioni gestite dall’Istituto al quale apparteneva e si adoperava incessantemente per l’aiuto alle Sorelle che operavano in quelle terre lontane.

Proprio per la appassionata dedizione rivolta da suor Pura ai bambini ed alle opere missionarie, l’Associazione Amici di Suor Pura Pagani ha deciso di proseguirne l’opera contribuendo al completamento di due dispensari a Marituba, in Brasile, e avviando il progetto di edificazione di una scuola per 200 bambini nella cittadina di Cascavel.